Alberi di faggio

Tante volte mi è capitato, passeggiando nei boschi, di rammaricarmi di non saper riconoscere con facilità le piante che mi circondavano.
Tranne i pini, le altre erano tutte oggetti misteriosi.
Mi è capitato spesso anche di cercare sui libri i loro nomi, di cercare di memorizzarli ma, alla fine, non mi restavano in mente, sono evidentemente limitata anche in questo campo pur essendone curiosa.
La scorsa domenica ero in montagna e dopo il pranzo pasquale, con degli amici, abbiamo deciso di uscire per una passeggiata, fondamentalmente per riprenderci dal lauto pasto.
E in quella splendida passeggiata, su un sentiero poco impegnativo ma immerso nel bosco, ho imparato a riconoscere almeno un albero, uno di quelli di cui il bosco è stracolmo: il faggio.
Ma la cosa singolare è che io ho sempre cercato di riconoscere gli alberi dalle foglie ed invece ho imparato a riconoscerlo dal tronco. Buffo vero? Era davvero un metodo facile e il tronco del faggio è inconfondibile: è  a macchie come i dalmata, macchie chiare sul tronco grigio.
Non si finisce mai d’imparare, è vero, ma se impari da vecchio e dopo tanti fallimenti c’è ancora più soddisfazione.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: